Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la pagina Privacy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Home

 


Da una articolo di giornale del 1957 emerge uno spaccato della vita e della storia della nostra sezione. Siamo nel 1957 la tecnologia del tempo è tutta orientata allo spazio, infatti nell’articolo si parla del “progetto Vanguard”.

NDR: Il razzo Vanguard fu usato nell'ambito del progetto Vanguard dal 1957 al 1959. Doveva mettere in orbita il primo satellite artificiale USA ma il lancio (effettuato il 6 dicembre 1957) fallì e così il primo satellite statunitense divenne l'Explorer 1, lanciato il 31 gennaio 1958.

Si parla di un imminente lancio di un satellite per comunicazioni radioamatoriali OSCAR, presumibilmente nel 1958, in realtà il primo satellite OSCAR I venne lanciato nel 1961.

Comunque dall’articolo si evince l’attenzione alle nuove tecnologie che sempre hanno accumunato i radioamatori.

La sezione nasce nel 1947 e all’epoca  esistevano le stazioni di M. Schiavo-Lena (I1CPI), di Mario Licastro, di Giuliano Mezzani (I1BQZ), di Raddi Piero, del Dott. Del Santo, di Claudio Donadoni (I1BIU), sotto la Presidenza di Aldo Viti (I1VL). In seguito entrarono a far parte della sezione alcuni  giovani, Araldo Stradella (I1CVF), in seguito storico Presidente della Sezione, Vittorio Imparato (I1WNZ), Franco Lucchinelli (I1XM). E quindi  si aggiungeranno: Piero Conte, Domenico Viviani, Giulio Sanguinetti, Mario Binchierai sotto la Direzione di Claudio Donadoni.

 

 

Ndr: l'articolo non vuole e non può essere esaustivo, la ricerca storica è in continua evoluzione. Chi avesse notizie, modifiche, aggiornamenti da proporre è il benvenuto. Gradite foto di stazioni d'epoca, ecc.